close
Comunicati stampaInfrastrutture e trasportiInquinamentoTerritorio

Grandi Navi, Trevisanato chiede abolizione limiti. Baldin (M5S): “Il calo del turismo crocieristico non è attribuibile ai limiti imposti a Venezia. Trevisanato fa interessi del settore, ma la politica deve fare quelli del bene collettivo”

no-grandi-navi

Trevisanato, presidente della Venezia Terminal Passeggeri protesta contro le limitazioni al transito delle grandi navi in laguna chiedendo un nuovo decreto che abolisca il limite delle 96 mila tonnellate, ora vigente, per consentire l’ingresso in laguna delle navi da crociera.

Erika Baldin (M5S), consigliera regionale della provincia di Venezia e in commissione turismo si oppone: “Trevisanato fornisce una lettura parziale sul calo del turismo crocieristico. Il calo è mondiale, del 20%. Non è attribuibile quindi alle limitazioni imposte alle grandi navi a Venezia.

Trevisanato naturalmente fa gli interessi delle compagnie crocieristiche, ma noi e tutta la politica dobbiamo pensare invece al bene collettivo e quindi alla tutela di Venezia, della laguna e del turismo di qualità.

Il turismo a Venezia ha buoni numeri, dovrebbe aumentare di qualità, non di quantità. Le mastodontiche navi da crociera, pronte a ripartire dopo aver invaso la laguna, contribuiscono spesso a quel fenomeno di turismo di massa che bisogna regolare. Le navi dovrebbero restare fuori dalla laguna.

“Ci auguriamo – conclude la consigliera – quindi che il Governo Renzi per una volta ascolti la città e non le corporation”.

erika baldin

The author erika baldin

Leave a Response